Dicembre 3, 2022

Adicons

Per le tue curiosità

7 consigli per il risparmio energetico in casa

primo piano di tavolo rotondo e sedia in legno

Sebbene siano necessari grandi cambiamenti su scala globale per avere un impatto significativo sull’ambiente, spesso sono i piccoli cambiamenti che facciamo a far girare la palla. Se state cercando di apportare alcuni cambiamenti ecologici alla vostra vita, in particolare quelli che potrebbero aiutarvi a risparmiare energia e allo stesso tempo denaro, siete nel posto giusto. Questi cambiamenti sono facili da attuare e sono vantaggiosi sia per voi che per l’ambiente.

Regolate il termostato su un’impostazione ecologica

Impostate il termostato a 78 gradi Fahrenheit durante i mesi estivi. Poi, quando siete fuori casa, potete alzare il termostato per evitare che il ventilatore o l’aria condizionata si accendano mentre non ci siete. Potreste anche prendere in considerazione l’acquisto di un termostato Nest o di un altro tipo di termostato programmabile che vi aiuti a monitorare il vostro consumo energetico e a programmare abitudini più ecologiche. Ne abbiamo appena preso uno nel nostro appartamento e lo adoriamo.

Utilizzate mezzi naturali per raffreddare (o riscaldare) la vostra casa

Durante i mesi estivi, provate ad aprire la casa al mattino per far circolare aria fresca prima che faccia troppo caldo. Anche se questo non è sempre possibile, a seconda del luogo in cui si vive, è un cambiamento ecologico che può aiutare a risparmiare energia. Tenete comunque le tende chiuse al sorgere del sole per evitare che la vostra casa si riscaldi troppo.

Quando è inverno, potete tenere chiuse porte e finestre (per evitare che il calore fuoriesca), ma provate ad aprire le tende durante il giorno per far entrare la luce naturale. Questo può aiutare a risparmiare energia a mezzogiorno, perché non sarà necessario accendere le luci in casa.

Utilizzate i principali elettrodomestici solo nelle “ore di riposo”.

Scegliete di fare il bucato o di lavare i piatti nelle prime ore del mattino o a tarda sera. Dove viviamo noi, l’orario di punta è tra le 16.00 e le 21.00. È la fascia oraria in cui la compagnia elettrica ci fa pagare di più e ci chiede di usare meno energia. In queste ore cerchiamo di evitare di usare i grandi elettrodomestici, di non lasciare luci accese inutilmente e di resistere al desiderio di accendere il condizionatore. Anche cucinare all’aperto sulla griglia può aiutare a risparmiare e a evitare che la casa si riscaldi troppo a causa dell’uso del forno per preparare la cena.

Staccare la spina di apparecchi elettronici, applicazioni e caricabatterie non utilizzati

In tutta onestà, non c’è alcun motivo per cui si debbano lasciare collegati i dispositivi elettronici, gli elettrodomestici e i caricabatterie quando non vengono utilizzati. Non sto parlando di staccare la spina del frigorifero o altro. Sto semplicemente dicendo di staccare la spina del frullatore dopo averlo usato. Se utilizzate una ciabatta, spegnetela quando i vostri apparecchi elettronici sono completamente carichi. L’abitudine di staccare la spina può farvi risparmiare energia e denaro. L’energia vampiresca e l’energia fantasma possono essere più importanti di quanto si pensi. Fate una prova. Girate per casa e staccate la spina di tutto ciò che non viene utilizzato. Fatelo regolarmente e vedrete la differenza.

Regolate la temperatura dello scaldabagno

Nei mesi più caldi dell’anno si può notare che l’acqua del lavandino, della doccia e della vasca diventa più calda del solito. Sebbene ciò sia generalmente dovuto all’aumento delle temperature esterne, la maggior parte delle persone non vuole fare docce bollenti quando fuori fa già caldo. Uno dei cambiamenti più semplici che si possono fare è regolare la temperatura dello scaldabagno in modo che non diventi troppo calda. In questo modo, quando si utilizza l’acqua calda, ad esempio per lavare i piatti, non sarà necessaria tanta energia per riscaldare l’acqua. Il bucato può essere fatto a freddo, quindi non dovrete nemmeno preoccuparvi dell’acqua calda.

Sostituire le lampadine a incandescenza tradizionali con alternative ecologiche

Sostituire le lampadine a incandescenza tradizionali con alternative più ecologiche può aiutarvi a risparmiare un bel po’ di energia. È assurdo, ma oltre il 75% dell’energia emessa da questo tipo di lampadine è sotto forma di calore anziché di luce. Le lampadine fluorescenti compatte (CFL) e i LED sono considerati molto migliori per l’ambiente. In genere funzionano in modo più freddo, emettono meno calore, sono più efficienti dal punto di vista energetico e durano più a lungo. A lungo termine, comprerete meno lampadine e risparmierete complessivamente.

Individuare e sigillare le perdite d’aria in casa

Non importa che sia estate o inverno, se l’aria fuoriesce dalle finestre, da sotto le porte o entra/esce in qualsiasi altro modo, state perdendo denaro. Prendetevi il tempo necessario per ispezionare la vostra casa, individuare eventuali perdite d’aria e sigillarle. Non si tratta di un progetto costoso… a volte basta un po’ di calafataggio. Si tratta comunque di un progetto fondamentale, perché potrebbe farvi risparmiare fino al 30% sulla bolletta energetica, a seconda del numero di perdite presenti.

Apportare queste sette modifiche alla vostra casa è uno dei modi più semplici per risparmiare denaro ed energia. Potete fare alcune di queste modifiche anche in ufficio. So che è solo un inizio, ma fa la differenza.

Contenuto ispirato a https://biofriendlyplanet.com/eco-awareness/energy/eco-friendly-changes-you-can-make-to-save-energy-and-money/