Rinuncia a decreto ingiuntivo

Troppi debiti, soluzioni, alternative.
Regole del forum
Il titolo dell'argomento deve rendere l'idea della problematica. Il titolo deve iniziare con la lettera maiuscola e terminare con il punto. Vietate le parole " Aiuto" e "Urgente"
Rispondi
Messaggio
Autore
Vale.3

Nuovo Utente
Messaggi: 5
Iscritto il: 11 apr 2018, 21:54

Rinuncia a decreto ingiuntivo

#1 Messaggio da leggere da Vale.3 » 12 apr 2018, 17:07

Buongiorno a tutti, scusate prima ho messo questo post nelle presentazioni ma sono un pò stordita a muovermi nel forum poi ho un bambino piccolo e vi scrivo mentre lo rincorro 😂
Avrei bisogno di un’informazione: ad agosto banca Ifis mi ha mandato un decreto ingiuntivo per 8000€ ma l’ha mandato a casa dei miei dove io non ho la residenza da tanti anni. Mi sono ingenuamente affidata ad un avvocato perchè non avevo ancora conosciuto questo forum e non sapevo fosse inutile, infatti per 600€ ho risolto solo che dopo aver tentato invano una mediazione l’avvocatp gli ha comunicato che era errato l’indirizzo per cui il decreto era vano.
Oggi ho ritirato alla posta la rinuncia a tale decreto ingiuntivo da parte della banca.
Come mai rinunciano? È una prassi pbbligatoria per mandarmene un altro all’indirizzo giusto? Insomma qualcuno può darmi la propria opinione per capire a che gioco stanno giocando?
Grazie mille a chi mi risponderà!

Avatar utente
Massimo

Esperti
Messaggi: 11280
Età: 34
Iscritto il: 13 lug 2011, 17:24

Re: Rinuncia a decreto ingiuntivo

#2 Messaggio da leggere da Massimo » 12 apr 2018, 18:18

Ciao bentrovata
Mi dispiace ma devi anche ringraziare l'avvocato che ti ha venduto alla controparte perche è grazie a lui che ti invieranno un nuovo decreto ingiuntivo al tuo reale indirizzo. La cosa ancora piu bella è che ti è costato anche 600 euro per farti ritorcere contro il suo aiuto....
La rinuncia al decreto ingiuntivo precedente è normale se vorranno procedere nuovamente ma stavolta in maniera giusta.
Dovresti dirci se hai un lavoro, che tipo di contratto e quanto prendi. Raccontaci un po di te in maniera che possiamo darti delle risposte piu precise [phil_04
-----Bis peccare in bello non licet-----

Vale.3

Nuovo Utente
Messaggi: 5
Iscritto il: 11 apr 2018, 21:54

Re: Rinuncia a decreto ingiuntivo

#3 Messaggio da leggere da Vale.3 » 12 apr 2018, 18:46

Grazie mille per la risposta!
Si immaginavo fosse questo il motivo, un pó me lo aspettavo!
Guarda il primo decreto ingiuntivo mi è arrivato un paio di giorni prima di partorire e quindi ero un po’ nel pallone, infatti a mente lucida ho capito che rivolgermi a questo avvocato è stata una cazzata! Tra l’altro co sono dovuta andare varie volte con il bambino neonato e insomma uno stress non indifferente.
Si lavoro, ho un prestito quinto sullo stipendio fatto volotariamente perchè in passato ho purtroppo avuto problemi di sopravvivenza e questo debito originario con agos è nato per una carta revolving che ho usato per fare la spesa pensa te.
Ora pian piano mi sto rimettendo in sesto.
Attualmente peró sono di nuovo in maternità anticipata, quindi la busta paga è composta per l’80% dall’indennita di maternità (non sono pazza, volevamo due bambini visto che siamo entrambi figli unici).
La macchina l’ho venduta per proporre lo stralcio a 4000€ che non è stato accettato.
Quindi secondo te mireranno allo stipendio?

Ah scusa, tempo indeterminato prendo intorno ai 1100€ (hià decurtati della rata del quinto)

Avatar utente
Massimo

Esperti
Messaggi: 11280
Età: 34
Iscritto il: 13 lug 2011, 17:24

Re: Rinuncia a decreto ingiuntivo

#4 Messaggio da leggere da Massimo » 12 apr 2018, 18:55

In base all'art 545 C.P.C. la maternita è assolutamente impignorabile, ma non è detto che ci arrivino proprio ora. Il decreto ingiuntivo ha una validita di 10 anni. Ma nel malaugurato caso in cui riescano a notificarti il nuovo decreto con precetto e atto di pignoramento per tutto il tempo della maternita, si dovranno accontentare del quinto sulla differenza dello stipendio al lordo della cessione...praticamente il nulla piu assoluto..
Al momento direi cmq di non preoccuparti e di attendere future mosse che non saranno a breve. Tu tienici informati.
Hai fatto male a venderti l'auto per pagare lo stralcio....di sicuro la specie di avvocato che ti ha assistito li avra messi al corrente che hai un contratto a tempo indeterminato ecco perche non hanno accettato.... [phil_04
-----Bis peccare in bello non licet-----

Vale.3

Nuovo Utente
Messaggi: 5
Iscritto il: 11 apr 2018, 21:54

Re: Rinuncia a decreto ingiuntivo

#5 Messaggio da leggere da Vale.3 » 12 apr 2018, 19:03

Ok allora vi faró sapere appena mi arriva quello nuovo!
In quel caso poi mi sembra di aver capito che mi conviene non regalare soldi a nessuno e aspettare che dopo i 40 giorni attacchino lo stipendio!
Grazie mille sei stato gentilissimo!

Avatar utente
Massimo

Esperti
Messaggi: 11280
Età: 34
Iscritto il: 13 lug 2011, 17:24

Re: Rinuncia a decreto ingiuntivo

#6 Messaggio da leggere da Massimo » 12 apr 2018, 19:20

L'opposizione va presentata nel caso in cui ci sono dei motivi tali che possono rendere invalido l'atto....e non penso sia il tuo caso.
Quindi lasciali procedere, anche perche non accetteranno mai uno stralcio a fronte della certezza di un rientro totale.
Per qualsiasi cosa siamo qui [phil_04
-----Bis peccare in bello non licet-----

Avatar utente
cagliostro49

Esperti
Messaggi: 27216
Iscritto il: 23 ott 2010, 21:03

Re: Rinuncia a decreto ingiuntivo

#7 Messaggio da leggere da cagliostro49 » 12 apr 2018, 20:10

Vale.3 ha scritto: ↑
12 apr 2018, 19:03
Ok allora vi faró sapere appena mi arriva quello nuovo!
In quel caso poi mi sembra di aver capito che mi conviene non regalare soldi a nessuno e aspettare che dopo i 40 giorni attacchino lo stipendio!
Alleluja ! Finalmente ci sei arrivata........

Immagine
LA NOBILTA' DELLO SCHIAVO E' LA RIBELLIONE !

Vale.3

Nuovo Utente
Messaggi: 5
Iscritto il: 11 apr 2018, 21:54

Re: Rinuncia a decreto ingiuntivo

#8 Messaggio da leggere da Vale.3 » 30 mag 2018, 20:47

Ciao a tutti! Rieccomi qui! È arrivata una raccomandata con atto giudiziario sempre dall’avvocato di Ifis, lunedì andrò a ritirarlo ma credo che sia il decreto ingiuntivo all’indirizzo giusto di cui parlavamo qualche settimana fa!
Ho una domanda: non facendo niente quali sono i passaggi e itempi per cui poi mi pignorino lo stipendio? Essendo io in maternità devo comunicarlo a sto simpaticone dell’avvocato oppure il giudice poi farà un controllo e lo scopriranno cosí?
Rimango in attesa dei vostri consigli per sapere come muovermi e come sempre grazie mille 😚

Avatar utente
Claudio

Founder
Messaggi: 7067
Iscritto il: 20 ott 2010, 18:29
Località: Italia

Re: Rinuncia a decreto ingiuntivo

#9 Messaggio da leggere da Claudio » 30 mag 2018, 21:18

Ma non insistere con l'avvocato,non serve assolutamente a nulla, anzi,oltre a pagare inutili parcelle è facile che strizzi l'occhietto ad Ifis per mettersi in luce ( se non lo è già ) come collaboratore dispensatore di decreti ingiuntivi...Pecunia non olet.
Immagine

Claudio

Vale.3

Nuovo Utente
Messaggi: 5
Iscritto il: 11 apr 2018, 21:54

Re: Rinuncia a decreto ingiuntivo

#10 Messaggio da leggere da Vale.3 » 30 mag 2018, 21:24

No no infatti niente avvocato! Per questo volevo capire bene i tempi e le mosse da fare!

Avatar utente
cagliostro49

Esperti
Messaggi: 27216
Iscritto il: 23 ott 2010, 21:03

Re: Rinuncia a decreto ingiuntivo

#11 Messaggio da leggere da cagliostro49 » 31 mag 2018, 10:53

Vale.3 ha scritto: ↑
30 mag 2018, 21:24
No no infatti niente avvocato! Per questo volevo capire bene i tempi e le mosse da fare!
Nessuna mossa,stattene quieta e pensa al bimbo. In quanto alla tempistica : scaduti i 40 mgg,dovranno notificarti il Precetto. Questo Precetto scade dopo 10 gg. Entro 90 gg dalla data di notifica di detto Precetto,va fatto il pignoramento. Se scadessero i 90 gg senza farlo (a volte succede),debbono rimandarti un altro Precetto perchè come ti ho già detto l'amico LUKE,il Decreto Ingiuntivo vale 10 anni.

Quindi fino a quando prendi l'indennità di maternità,(impignorabile)gli sciacalli si attaccano al tram ! eheh.gif]
LA NOBILTA' DELLO SCHIAVO E' LA RIBELLIONE !

Rispondi