Giugno 27, 2022

Adicons

Per le tue curiosità

9 consigli per aiutare i tuoi studenti a diventare attivisti

Una parte critica dell’educazione include la risposta ai problemi che ci circondano. Possiamo farlo in molti modi nelle nostre scuole e nelle nostre classi. Un modo è aiutare gli studenti a creare gruppi di studenti attivisti altamente efficaci.

Ecco alcuni modi in cui puoi aiutare i tuoi studenti a creare un’organizzazione studentesca che sia dedicata a pensare, imparare, crescere e creare un cambiamento trasformativo nelle loro scuole e comunità:

Rendere l’apprendimento una parte essenziale dei vostri incontri. Come attivisti, dobbiamo avere una forte comprensione del mondo che ci circonda e di come operiamo in quel mondo. L’apprendimento personale è una grande parte di questo, e tu dovresti modellarlo nel tuo gruppo di studenti. Questo tipo di apprendimento può includere tutto, da “Come avere una conversazione difficile” a “La storia dell’oppressione razziale e la resistenza nelle scuole”. Lascia che gli studenti guidino a turno questo tempo di apprendimento per promuovere le loro passioni personali. Questo tempo di apprendimento può spesso portare a progetti più grandi e ad un migliore attivismo.

Sbarazzarsi della mentalità “Andremo ad aiutare”. Questo è particolarmente importante per i gruppi di studenti prevalentemente bianchi. Troppo spesso, l’attivismo viene scambiato per servizio comunitario. Il vostro gruppo non sta andando nella comunità per “aiutare”. Parte del vostro lavoro di attivismo potrebbe includere la soddisfazione di un particolare bisogno della comunità, ma non lasciate che “aiutare” sia l’obiettivo principale. Se lo fate, permetterete ai vostri studenti di posizionarsi al di sopra delle persone con cui stanno lavorando, e gli stereotipi e i pregiudizi saranno rafforzati. Invece, ricordate agli studenti che hanno molto da imparare, e che ogni individuo, indipendentemente dalle sue circostanze, ha una dignità. Un modo per onorare questa dignità è semplicemente conoscere quella persona.

Assicuratevi che ci sia diversità nel vostro gruppo dirigente. Modellate l’importanza della diversità nella leadership della comunità diversificando il vostro gruppo dirigente (anche se questo significa che sarete voi a scegliere i leader invece di una votazione studentesca). Siate onesti sulle vostre intenzioni e discutete sull’importanza di assicurare che tutte le voci abbiano un posto al tavolo per coltivare la direzione dell’organizzazione studentesca.

Scopri cosa sta già accadendo nella tua comunità e diventa un partner. Un modo per dare dignità alle persone e alle organizzazioni che stanno facendo un lavoro straordinario nella tua comunità è quello di imparare a conoscerle e diventare loro partner piuttosto che cercare di iniziare qualcosa di nuovo. È probabile che qualcuno stia già lavorando sul bisogno che speri di soddisfare. Assicuratevi di indagare sulle organizzazioni locali e parlate con i leader che già lavorano nella comunità per vedere come potete collaborare al meglio piuttosto che iniziare. Detto questo, se state lavorando su qualcosa di nuovo, il vostro gruppo può assolutamente iniziare e collaborare con i leader della comunità.

Elevare intenzionalmente le voci che non vengono ascoltate. Considera le voci nella tua scuola o comunità che spesso non vengono ascoltate. Siate creativi e trovate il modo di elevare queste voci. Questo può essere fatto ospitando eventi con relatori ospiti, organizzando gite, riconoscendo feste e anniversari di eventi importanti, ecc.

Avere un leader dei social media. Le competenze di attivismo del 21° secolo devono includere un uso efficace dei social media. Aiuta gli studenti che sono interessati a questo settore a sviluppare queste competenze attraverso la pubblicazione di domande di discussione, commenti ponderati sull’apprendimento e aggiornamenti sui progetti.

Aspettatevi fallimenti e critiche. Parte della riflessione sul lavoro che facciamo include riflettere sui nostri fallimenti e sperimentare il rifiuto e la critica, in particolare dai nostri compagni. Preparate gli studenti a questo. Ricordate loro l’importanza del fallimento e la crescita che ne deriva. Parlate delle risposte efficaci alle critiche che potrebbero essere antagoniste. Se la vostra organizzazione o un particolare studente ha fatto del male in qualche modo, assicuratevi di scusarvi efficacemente e di lavorare per riparare il danno. Mostrate come ci si comporta.

Attingete dai doni degli studenti invece che dai vostri. Permettete all’organizzazione di essere guidata dai doni dei vostri studenti. Più permetti loro di guidare la nave, più svilupperanno le loro capacità di attivisti. Questo potrebbe includere l’esperienza di alcuni fallimenti che avresti potuto mitigare. Abbandona la tua posizione di potere, e vedi il gruppo come una partnership tra te e gli studenti.

Chiedere agli studenti di risolvere i problemi e guidare in grande stile. I giovani sono capaci di catalizzare il cambiamento come chiunque altro. Lasciate che affrontino grandi domande e grandi problemi. Incoraggiateli a fare questo lavoro e impegnatevi ad imparare con loro. Se sono interessati a intraprendere un progetto in un’area con cui non avete familiarità, imparate insieme a loro per modellare la necessità dell’apprendimento permanente.

Non importa la strada che i vostri studenti prenderanno dopo la scuola superiore, far parte di un forte gruppo di attivisti li renderà capaci di essere artefici del cambiamento nei loro spazi. Inoltre, tu, come educatore, sarai probabilmente trasformato dal potere rivoluzionario di conoscere gli altri, costruire forti relazioni comunitarie, imparare la storia, e onestamente considerare e affrontare le disparità nella tua comunità.

Contenuto liberamente ispirato a https://educationpost.org/9-tips-for-helping-your-students-become-activists/