Settembre 25, 2022

Adicons

Per le tue curiosità

9 consigli e trucchi per rendere il tuo viaggio più sostenibile

bagaglio

Sempre più viaggiatori si impegnano in un turismo etico e responsabile. Quando si tratta di organizzare una fuga, non si limitano a scegliere una destinazione e fare le valigie. Studiano le loro opzioni, si liberano di quelle più inquinanti e finiscono per sceglierne altre rispettose dell’ambiente e della cultura locale.

E non è un problema da poco: il turismo è uno dei settori che genera più anidride carbonica. Dopo anni di turismo di massa, molti luoghi del mondo sono sovrautilizzati e in cattivo stato. Questa realtà ha fatto scattare gli allarmi e ha portato sempre più persone ad adottare pratiche sostenibili.

Se anche tu vuoi cambiare le tue abitudini e ridurre l’impatto della tua prossima fuga, ecco alcuni consigli da tenere a mente prima, durante e dopo il viaggio.

Ottimizzazione del viaggio

Una volta scelto il mezzo di trasporto, c’è ancora spazio per ridurre le emissioni di CO2 del nostro viaggio. Se si guida, condividere il viaggio con altri e optare per veicoli elettrici o ibridi è l’ideale. Ci sono iniziative come il Green Driving Tool che aiutano i guidatori a raggiungere una guida più efficiente.

Se si vola, è meglio scegliere voli diretti, dato che il maggior consumo di carburante avviene durante il decollo e l’atterraggio. Altri passi che possono migliorare l’efficienza del viaggio sono scegliere la classe economica, dato che viene assegnato meno spazio ad ogni passeggero, e partire sempre dall’aeroporto più vicino a te.

Controllare l’impronta di carbonio del suo viaggio

Ci sono numerosi strumenti che ci permettono di calcolare l’impronta di carbonio dei nostri viaggi e fughe. Alcuni esempi sono CeroCO2, Carbon Footprint, MyClimate e CarbonCero, che offrono un risultato finale in chili o tonnellate di CO2.

Alcuni permettono di compensare i gas a effetto serra emessi partecipando a vari progetti, un’altra buona opzione per bilanciare l’impatto.

Prenota con saggezza

Molti hotel, ostelli e agenzie di viaggio hanno le loro politiche di sostenibilità. Dedicare un po’ di tempo alla selezione delle opzioni migliori può fare la differenza.

È anche importante scegliere attentamente la destinazione – dando la priorità a quelle con politiche ambientali più avanzate o dove è facile spostarsi con i mezzi pubblici o in bicicletta – e il periodo dell’anno in cui si viaggia. Evitare l’alta stagione può ridurre l’impatto sulla natura, soprattutto nei luoghi più affollati.

Alleggerire la valigia

Viaggiare con pochi bagagli, prima di tutto, ci permette di aggiungere meno peso ai veicoli, il che ridurrà il consumo di carburante e la quantità di CO2 emessa. Il trucco è dimenticare il “just in case”. Oggi, è facile trovare quasi tutto ciò di cui abbiamo bisogno ovunque.

È anche consigliabile ridurre il numero di contenitori per evitare di smaltirli a destinazione. Per esempio, usare il sapone in barre invece di una bottiglia.

Prima della partenza: ridurre a zero il consumo di energia

Non ha senso ridurre le nostre emissioni a destinazione se continuiamo a consumarle a casa. Prima di prendere le valigie e partire, è importante assicurarsi che tutto sia spento e che nessun dispositivo sia in standby.

Questa pratica può continuare durante tutta la vacanza. Per esempio, spegnere le luci e l’aria condizionata quando si lascia l’hotel.

Consumare responsabilmente

Quando si viaggia, non c’è niente di più sostenibile che comportarsi come un locale, consumando prodotti freschi e locali, evitando i franchising e usando il trasporto pubblico. Finché l’acqua è potabile, è meglio riempire bottiglie riutilizzabili che comprare quelle di plastica.

Un altro buon consiglio è quello di mantenere le abitudini che abbiamo a casa negli hotel. Non lavare gli asciugamani ogni giorno, riciclare la spazzatura o ordinare più cibo del necessario, per esempio.

Rispettare l’ambiente e la cultura della nostra destinazione

Questa è senza dubbio una delle raccomandazioni più facili da seguire: semplicemente lasciare una zona come l’abbiamo trovata. Niente spazzatura, rifiuti o qualsiasi tipo di disturbo. Naturalmente, non è consigliabile prendere piante o animali esotici o in pericolo di estinzione.

Andare con il minimalismo

Mantenere un basso profilo di consumo durante un viaggio riduce l’impatto sull’ambiente. Un buon consiglio è quello di porsi alcune domande prima di consumare o comprare: ne ho davvero bisogno? Che impatto ha questo prodotto sull’ambiente? Posso sostituirlo con uno più sostenibile?

Questi piccoli controlli ci impediranno, per esempio, di stampare le carte d’imbarco invece di fare il check-in online, o di comprare un mucchio di souvenir inutili che possono essere sostituiti da prodotti locali, come l’artigianato o il cibo.

Condividere consigli sostenibili

Sempre più viaggiatori apprezzano di ricevere consigli su come ridurre la loro impronta di carbonio o raccomandazioni da agenzie, ristoranti e hotel ecologici. Quindi è una buona idea prendersi cinque minuti per fare una lista di buoni consigli dopo ogni viaggio. Soprattutto, non lasciarsi sfuggire queste abitudini: con un piccolo sforzo, è possibile mantenere tutte queste misure prese durante le vacanze nella nostra vita quotidiana.

Contenuto liberamente ispirato da https://blog.ferrovial.com/en/2020/08/10-tips-and-tricks-to-make-your-trip-more-sustainable/