Ifis decreto ingiuntivo

Area dedicata ai rapporti tra utenza e banca IFIS/Credifamiglia.
Messaggio
Autore
Pensionato69

Nuovo Utente
Messaggi: 9
Iscritto il: 13 mar 2012, 3:43

Re: Ifis decreto ingiuntivo

#11 Messaggio da leggere da Pensionato69 » 19 nov 2017, 15:08

Buona domenica a tutti, voglio precisare che il decreto ingiuntivo mi è stato notificato il 22/10/2016 e, in mancanza di opposizione, il suddetto decreto veniva dichiarato definitivo in data 21/7/2017 e munito di formula esecutiva in data 23/8/2017. L'atto di precetto a loro risulta notificato in data 18/9/2017 come hanno scritto sull'atto di pignoramento che ho ricevuto in data 17/11/2017. Il sottoscritto fa presente che non ha mai ricevuto nessun atto di precetto. Precisato questo, spero veramente che riesco a recuperare la tredicesima che mi serve per aiutare i figli. Grazie di cuore a voi tutti per l'aiuto che date.

Avatar utente
cagliostro49

Esperti
Messaggi: 24602
Iscritto il: 23 ott 2010, 21:03

Re: Ifis decreto ingiuntivo

#12 Messaggio da leggere da cagliostro49 » 19 nov 2017, 19:37

PENSIONATO
allora ci siamo confusi sulle date. Visto che il Decreto è stato reso esecutivo ad agosto 2017 ed il Precetto ti sarebbe stato notificato a settembre,in teoria, le tue paure sono giustificate,visto che è arrivato pure l'atto di pignoramento. In pratica però non riesco a capire come faranno a recuperare 40.000 euro a 60 euro al mese.

In quanto al Precetto,stai tranquillo che lo hai ricevuto eccome,altrimenti il Giudice non avrebbe autorizzato l'atto di pignoramento. Evidentemente il giorno della notifica eri assente e ti è stato lasciato l'avviso nella buca postale. Avviso che si sarà smarrito e quindi la notifica si è perfezionata per <compiuta giacenza> trascorsi i 10 gg dal deposito all'Uff.Postale. Tuttavia visto che stai sulle spine,ti consiglio di recarti direttamente all'Inps e saprai immediatamente come stanno le cose.
LA NOBILTA' DELLO SCHIAVO E' LA RIBELLIONE !

Fortuna

Utente
Messaggi: 142
Iscritto il: 10 feb 2011, 0:29

Re: Ifis decreto ingiuntivo

#13 Messaggio da leggere da Fortuna » 19 nov 2017, 20:09

rispondo al signor pensionato ..per quando riguarda ricorso a una domanda di pensione per sua moglie ..anche se non ha soldi per far visite mediche ..da una mia esperienza posso dirle che non ce bisogno di denaro ..se già li è stata riconosciuta un invalidità al 70 per cento ...avrà un esenzione per tiket per patologia quindi eventuali esami non sono a pagamento ..poi si può rivolgersi ad un patronato che l,aiuta per un eventuale ricorso....mi sembra strano che non percepisce nulla ,visto che è costretta su una sedia a rotelle ......... poi anche io sono stata pignorata da questa banca ....e il mio stipendio era di circa 450 euro compressivo di tredicesima e quattordicesima.perchè la mia azienda paga mensilmente......forse ho trovato un giudice..senza scrupoli ....

Avatar utente
cagliostro49

Esperti
Messaggi: 24602
Iscritto il: 23 ott 2010, 21:03

Re: Ifis decreto ingiuntivo

#14 Messaggio da leggere da cagliostro49 » 19 nov 2017, 20:22

Scusa FORTUNA,fammi capire : ti hanno pignorato uno stipendio di 450 euro mensili ?????????????? shok shok
LA NOBILTA' DELLO SCHIAVO E' LA RIBELLIONE !

Fortuna

Utente
Messaggi: 142
Iscritto il: 10 feb 2011, 0:29

Re: Ifis decreto ingiuntivo

#15 Messaggio da leggere da Fortuna » 19 nov 2017, 23:37

si ....ma vi avevo gia informato ......ho spedito tutto ha amministetore del forum .per dare la mia testimonianza ...

flash80

Utente
Messaggi: 141
Iscritto il: 9 gen 2012, 5:03

Re: Ifis decreto ingiuntivo

#16 Messaggio da leggere da flash80 » 20 nov 2017, 0:20

si lessi il caso di fortuna ho dei ricordi sommari ricordi che lei ha una retribuzione di 500€ netti se ricordo bene a cui fu fatto comunque il pignoramento

Pensionato69

Nuovo Utente
Messaggi: 9
Iscritto il: 13 mar 2012, 3:43

Re: Ifis decreto ingiuntivo

#17 Messaggio da leggere da Pensionato69 » 12 gen 2018, 23:31

Nella pensione di questo mese ho riscontrato che l'inps mi ha accantonato la somma di Euro 118,00, a seguito dell'atto di pignoramento da parte della IFIS. L'udienza ci sarà il 12/2/2018 presso il Tribunale di Roma. Non sò quale sezione e dove si trova la sede della sezione competente (non indicata sull'atto di pignoramento) poichè il tribunale civile a Roma ha varie sedi e sull'atto di pignoramento non c'è nessuna indicazione nè del giudice e nè della sezione. La pensione che mi è stata accreditata è di solo 915,00 Euro (al netto della cessione). Ho constatato purtroppo che l'INPS mi ha ulteriormente ridotto la trattenuta della cessione del V° a 228,00 Euro mentre in origine era di 276,00 euro. A questo punto la differenza che devo dare alla finanziaria che mi ha concesso la cessione è di euro 48,00 mensili che dovrò dare di tasca mia. Precedentemente l'Inps mi aveva ridotto la rata della cessione intorno alle 240,00 Euro/mese per mancanza di disponibilità ed il sottoscritto a fine anno pagava la differenza della rata di cessione direttamente alla Finanziaria cedente la cessione. Essendo la pensione, unica entrata per il sottoscritto, pagare la differenza di tasca propria della cessione a fine anno comporterebbe un enorme sacrificio che non saprei come fare. La mia domanda è se posso evitare di pagare tale differenza alla finanziaria cedente della cessione che scadrà del 2024. Con la speranza che il giudice (non so come farà a calcolare il recupero della somma di 40.000/60.000 da dare all'IFIS) possa essere umanamente comprensibile per calcolare la rata, anche se minima, senza azzerarmi quasi la pensione.
Se non riesco a presentarmi all'udienza del giorno 12/2/2018 perchè io sono invalido ed ho difficoltà a muovermi con i mezzi pubblici, la mia assenza possa essere considerata dal giudice come motivo di "menefreghismo delle istituzioni" ed essere punito in modo più pesante. Vi ringrazio molto per i consigli che date a tutti e Vi auguro tanta felicità e salute.

Avatar utente
cagliostro49

Esperti
Messaggi: 24602
Iscritto il: 23 ott 2010, 21:03

Re: Ifis decreto ingiuntivo

#18 Messaggio da leggere da cagliostro49 » 13 gen 2018, 12:50

Pensionato69 ha scritto:
12 gen 2018, 23:31
Nella pensione di questo mese ho riscontrato che l'inps mi ha accantonato la somma di Euro 118,00, a seguito dell'atto di pignoramento da parte della IFIS.

L'accantonamento è corretto. L'Inps trattiene 1/5 dei circa 590 euro che restano dopo la detrazione dei 670 euro impignorabili dal totale della tua pensione che ammonta,al lordo della cessione,a 1260 euro circa. In sede di udienza poi,sarà il Giudice a sua discrezione,a decidere se detrarre ancora la cessione oppure ignorarla,smussarla etc.. Se la detraesse,il rateo di pignoramento sarebbe di circa 60 euro !


L'udienza ci sarà il 12/2/2018 presso il Tribunale di Roma. Non sò quale sezione e dove si trova la sede della sezione competente (non indicata sull'atto di pignoramento) poichè il tribunale civile a Roma ha varie sedi e sull'atto di pignoramento non c'è nessuna indicazione nè del giudice e nè della sezione. La pensione che mi è stata accreditata è di solo 915,00 Euro (al netto della cessione). Ho constatato purtroppo che l'INPS mi ha ulteriormente ridotto la trattenuta della cessione del V° a 228,00 Euro mentre in origine era di 276,00 euro.

Evidentemente i 48 euro in meno sono necessari per far quadrare la trattenuta nell'ambito del quinto. Tuttavia puoi sempre chiedere lumi direttamente allo sportello. Tieni presente che queste operazioni vengono effettuate in automatico da un apposito supersoftware che sovrintende alla contabilità generale. Quindi è quasi impossibile che si sbaglino.....

A questo punto la differenza che devo dare alla finanziaria che mi ha concesso la cessione è di euro 48,00 mensili che dovrò dare di tasca mia.

E perchè mai ?!?!?!? Tu non hai sottoscritto un finanziamento,ma una cessione. Significa che il tuo prestito lo garantisce e lo paga l'Inps,infatti e non a caso,lo hanno autorizzato grazie alla controfirma dell'Ente che trattiene la cifra dalle tue spettanze e la gira alla Finanziaria. Se l'Ente,non paga,tu c'entri poco. Molto poco. Non attaccare il carro davanti ai buoi........calma e gesso....con la pensioncina che ti ritrovi,un lusso ce l'hai : puoi permetterti di non temere nessuno !


Precedentemente l'Inps mi aveva ridotto la rata della cessione intorno alle 240,00 Euro/mese per mancanza di disponibilità ed il sottoscritto a fine anno pagava la differenza della rata di cessione direttamente alla Finanziaria cedente la cessione.

Ed hai fatto un errore. Vabbè,andiamo avanti......

Essendo la pensione, unica entrata per il sottoscritto, pagare la differenza di tasca propria della cessione a fine anno comporterebbe un enorme sacrificio che non saprei come fare. La mia domanda è se posso evitare di pagare tale differenza alla finanziaria cedente della cessione che scadrà del 2024.

Te l'ho già detto sopra. Tu devi pensare solo a sopravvivere. Se l'Inps non paga il rateo che ha garantito e controfirmato,il problema riguarda l'Inps e la Finanziaria. Tu stattene alla larga ! E se ti arrivasse qualche sollecito o qualche minaccia,lasciali abbaiare alla luna. Cosa credi che faranno,un altro pignoramento ??????????

eheh.gif] eheh.gif]

Con la speranza che il giudice (non so come farà a calcolare il recupero della somma di 40.000/60.000 da dare all'IFIS) possa essere umanamente comprensibile per calcolare la rata, anche se minima, senza azzerarmi quasi la pensione.

Se ancora non te lo sei letto,fallo adesso : ti accludo il <vademecum> scritto appositamente per i casi come il tuo che spiega il comportamento discrezionale dei Giudici in queste situazioni.


viewtopic.php?f=23&t=24968

Se non riesco a presentarmi all'udienza del giorno 12/2/2018 perchè io sono invalido ed ho difficoltà a muovermi con i mezzi pubblici, la mia assenza possa essere considerata dal giudice come motivo di "menefreghismo delle istituzioni" ed essere punito in modo più pesante. Vi ringrazio molto per i consigli che date a tutti e Vi auguro tanta felicità e salute.
Non esageriamo ! Diciamo che la presenza in udienza è apprezzata dal Giudice,ma non che l'assenza venga considerata un oltraggio che bisogna punire. Anche perchè,ripeto,con la tua pensione,al Giudice resta poco da scialare.....Tuttavia fai il possibile per esserci. Con la tua evidente invalidità,la cosa sarà apprezzata ancora di più.


acuerdo
LA NOBILTA' DELLO SCHIAVO E' LA RIBELLIONE !

Pensionato69

Nuovo Utente
Messaggi: 9
Iscritto il: 13 mar 2012, 3:43

Re: Ifis decreto ingiuntivo

#19 Messaggio da leggere da Pensionato69 » 13 gen 2018, 14:58

Vi ringrazio molto dell'aiuto che mi avete dato con le risposte precise, una ultima domanda, per quanto riguarda la sezione del tribunale civile di Roma e l'ubicazione della sede, poiché a Roma non tutte le sezioni sono situate in un solo palazzo, come faccio a sapere l'orario della udienza, la sede ed il nome del giudice. Purtroppo sull'atto di pignoramento non esiste nessun riferimento ma c'è indicato a penna la data della udienza. Sperando di avere un aiuto su quest'ultimo problema, vi auguro una buona giornata e tanta salute.

Avatar utente
Blues

Founder
Messaggi: 7364
Iscritto il: 20 ott 2010, 18:29
Località: Italia

Re: Ifis decreto ingiuntivo

#20 Messaggio da leggere da Blues » 13 gen 2018, 15:05

Sicuramente tutte le cancellerie saranno collegate via telematica, basta che ti rechi presso una di esse e chiedi dove e quando si terrà l'udienza di cui all'avviso, lo porti con te a dimostrazione che sei l'interessato, sai com'è...la privacy oggi.
Claudio

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite