Ricorso per Ingiunzione di pagamento

Prestiti personali, Mutui, bancomat e carte di credito,Il rapporto tra le banche e gli utenti
Regole del forum
Il titolo dell'argomento deve rendere l'idea della problematica. Il titolo deve iniziare con la lettera maiuscola e terminare con il punto. Vietate le parole " Aiuto" e "Urgente"
Messaggio
Autore
Don Cecco

Nuovo Utente
Messaggi: 8
Iscritto il: 1 gen 2018, 19:35

Ricorso per Ingiunzione di pagamento

#1 Messaggio da leggere da Don Cecco » 1 gen 2018, 20:05

Buon Natale ed Anno a tutti, a prescindere..





La mia domanda riguarda un ricorso di ingiunzione a pagamento spedito ( l'atto riguarda solo me ) da un avvocato riguardante un prestito contratto nel 2008 di 12.000 euro, dove si produce autorizzazione del Tribunale (dato che il credito è certo e fresco.. e siamo ad un mese ca. dalla scadenza dei 10 anni ) ad effettuare entro il termine di 40 gg il pagamento di 8500,00 euri 8rimanenti) piu' spese di cancelleria e legali.


Volevo chiedervi come devo comportarmi dato che questi soldi non li ho, e che mensilmente facciamo i salti mortali tra spese e cure mediche ed altro per tirare avanti . E vi preciso quanto segue:





* Sia io che mia moglie non possediamo immobili


* Mia moglie è in pensione x Inabilità da ottobre scorso per " qualsiasi proficua mansione di lavoro" ,per tumore al seno e da due anni Melanoma piu' depressione grave, e gode di una pensione minima, ed e' invalida al 100%


* Entrambi abbiamo in atto sia Cessione del Quinto che Delega, e scadranno tra molti anni ( abbiamo intenzione di rinnovarle).


* Abbiamo un cc/ online intestato ad entrambi dove confluisce solo la Pensione di mia moglie, mentre il mio stipendio mi viene pagato con bonifico domicilato direttamente in Posta (sono un dipendente) , per un totale di entrambi di ca. 850,00 + 500,00 al netto delle ritenute varie.


+ Entrambi abbiamo ricevuto da Equitalia mandati di pagamento per (tasse varie e tributi arretrati non pagati ) di ca. 5000 miei piu' 4500 suoi. Diciamo quasi 10.000,00 euro


* Siamo in affitto in appartamento ammobiliato ( arredamento non nostro ) di cui mensilmente pago affitto di euro 600,00 e non abbiamo oggetti di valore ne' in oro, ne in mobilio pregiato


*Abbiamo due figli maggiorenni a carico nostro che studiano ancora , ed hanno sui libretti postali ( intestati solo a loro) ca. 25.000 euro ed a cui tra breve andra' ( cointestato) , un appartamentino di 50 % il cui valore e' sui 40.000,00 euro.





La mia domanda è se devo fare ricorso ( ma il ricorso ha un costo per avvocato e come ripeto, noi siamo ai minimi termini ), ma il debito esiste ed e' ben motivato dalla parte avversa, e se devo presentarmi all'Udienza ( non saprei cosa dire o fare )..


Nel caso la Procedura prosegua, possono pignorarmi lo stipendio mio o di mia moglie ( anche se lei non e' parte di questa Lite), o qualsiasi altra cosa che diminuisca ancor di più il nostro già basso tenore di Vita ?
Che cosa mi conviene fare..?





Sarò grato a chiunque possa darmi qualche ragguaglio in merito.


Grazie Antonio

Avatar utente
cagliostro49

Esperti
Messaggi: 24602
Iscritto il: 23 ott 2010, 21:03

Re: Ricorso per Ingiunzione dipagamento

#2 Messaggio da leggere da cagliostro49 » 1 gen 2018, 21:12

Don Cecco ha scritto:
1 gen 2018, 20:05
Buon Natale ed Anno a tutti, a prescindere..La mia domanda riguarda un ricorso di ingiunzione a pagamento spedito ( l'atto riguarda solo me ) da un avvocato riguardante un prestito contratto nel 2008 di 12.000 euro, dove si produce autorizzazione del Tribunale (dato che il credito è certo e fresco.. e siamo ad un mese ca. dalla scadenza dei 10 anni ) ad effettuare entro il termine di 40 gg il pagamento di 8500,00 euri 8rimanenti) piu' spese di cancelleria e legali.Volevo chiedervi come devo comportarmi dato che questi soldi non li ho, e che mensilmente facciamo i salti mortali tra spese e cure mediche ed altro per tirare avanti ! E vi preciso quanto segue:
* Sia io che mia moglie non possediamo immobili
* Mia moglie è in pensione x Inabilità da ottobre scorso per " qualsiasi proficua mansione di lavoro" ,per tumore al seno e da due anni Melanoma piu' depressione grave, e gode di una pensione minima, ed e' invalida al 100%
* Entrambi abbiamo in atto sia Cessione del Quinto che Delega, e scadranno tra molti anni ( abbiamo intenzione di rinnovarle).
* Abbiamo un cc/ online intestato ad entrambi dove confluisce solo la Pensione di mia moglie, mentre il mio stipendio mi viene pagato con bonifico domicilato direttamente in Posta (sono un dipendente) , per un totale di entrambi di ca. 850,00 + 500,00 al netto delle ritenute varie.
+ Entrambi abbiamo ricevuto da Equitalia mandati di pagamento per (tasse varie e tributi arretrati non pagati ) di ca. 5000 miei piu' 4500 suoi. Diciamo quasi 10.000,00 euro
* Siamo in affitto in appartamento ammobiliato ( arredamento non nostro ) di cui mensilmente pago affitto di euro 600,00 e non abbiamo oggetti di valore ne' in oro, ne in mobilio pregiato
*Abbiamo due figli maggiorenni a carico nostro che studiano ancora , ed hanno sui libretti postali ( intestati solo a loro) ca. 25.000 euro ed a cui tra breve andra' ( cointestato) , un appartamentino di 50 % il cui valore e' sui 40.000,00 euro.

Tutte cose che non c'entrano niente con il recupero legale di cui scrivi ! L'unica cosa alla quale il creditore si può appigliare è un quinto del tuo reddito. Il resto ( spese, bollette,cessioni,fitto di casa,Agenzia delle Entrate etc.) in sede di udienza civile,non interessano a nessuno ! Inoltre,la moglie con i suoi malanni e i figli che dovrebbero intestarsi una quota immobiliare,non capisco cosa c'entrano.


La mia domanda è se devo fare ricorso ( ma il ricorso ha un costo per avvocato e come ripeto, noi siamo ai minimi termini ), ma il debito esiste ed e' ben motivato dalla parte avversa, e se devo presentarmi all'Udienza ( non saprei cosa dire o fare )..

Non c'è nessun motivo di ricòrrere. Spenderesti soldi a vuoto.

Nel caso la Procedura prosegua, possono pignorarmi lo stipendio mio o di mia moglie ( anche se lei non e' parte di questa Lite), o qualsiasi altra cosa che diminuisca ancor di più il nostro già basso tenore di Vita ?
Che cosa mi conviene fare..?

Ripeto per la seconda e ultima volta che tua moglie/i tuoi figli NON c'entrano niente ! L'unica cosa che puoi fare è aspettare il pignoramento. Tempi e prassi sono illustrati in questo <vademecum> che ti allego sotto. Dal tuo post non è molto chiaro risalire al tuo stipendio. Se dettagliassi meglio,potrei anticiparti la quota che ti sarà pignorata.



viewtopic.php?f=23&t=24813
LA NOBILTA' DELLO SCHIAVO E' LA RIBELLIONE !

Don Cecco

Nuovo Utente
Messaggi: 8
Iscritto il: 1 gen 2018, 19:35

Re: Ricorso per Ingiunzione di pagamento

#3 Messaggio da leggere da Don Cecco » 2 gen 2018, 16:48

Grazie della risposta solerte CAGLIOSTRO, ti sono molto grato.

Ti ho elencato tutti i malanni di cui 'soffriamo' solo per avere un quadro il più chiaro possibile, ma ora ho compreso bene quello che vuoi dirmi.
Per quanto riguarda il mio stipendio ho una quota retributiva Lorda Mensile di e. 1.727,36 a cui va tolta la quota sindacale di e. 13,00 l'Assicurazione Amm.va di e. 16,00 e sia il Quinto dello Stipendio che la delega che rispettivamente sono di e. 290,00 + 290,00 con Futuro spa.
Diciamo che praticamente in busta paga non passo mai i 950 / 1000 euro puliti ..
Dato che sembra inevitabile il Pignoramento, ho anche intenzione di chiudere il mio CC postale giacchè credo che nel caso, ne verranno chiaramente a conoscenza i tutti i miei colleghi.. Quindi paraculato oltre che inculato, mentre cosi' facendo il 'prelievo verrebbe fatto alla fonte'..
Ho anche letto il tuo interessante vademecum sullo stesso, quindi in pratica non mi resta che aspettare il giorno in cui il giudice mi convochera' per discutere con l'avvocato di parte avversa del Pignoramento, giusto ?
Un ultima cosa, se decidessi di 'rateizzare ' i 5000 che devo ad equitalia in busta paga con un altro prelievo, questo potrebbe essere un freno al Pignoramento ?

Ti ringrazio della gentilezza,

Avatar utente
lukeart70

Esperti
Messaggi: 9821
Iscritto il: 13 lug 2011, 17:24

Re: Ricorso per Ingiunzione di pagamento

#4 Messaggio da leggere da lukeart70 » 2 gen 2018, 18:51

Ciao bentrovato
Nel caso in cui Agenzia delle entrate ti pignorasse, saresti ugualmente pignorabile inquanto si tratta di due debiti di natura diversa.... :roll:
-----Bis peccare in bello non licet-----

Don Cecco

Nuovo Utente
Messaggi: 8
Iscritto il: 1 gen 2018, 19:35

Re: Ricorso per Ingiunzione di pagamento

#5 Messaggio da leggere da Don Cecco » 2 gen 2018, 19:55

Ricevuto . Ma pero' non ci dovrebbe essere un limite al pignoramento in stipendio? Se ho 4 debiti mi prosciugano lo stipendio?

Avatar utente
cagliostro49

Esperti
Messaggi: 24602
Iscritto il: 23 ott 2010, 21:03

Re: Ricorso per Ingiunzione di pagamento

#6 Messaggio da leggere da cagliostro49 » 2 gen 2018, 20:04

Don Cecco ha scritto:
2 gen 2018, 16:48
Grazie della risposta solerte CAGLIOSTRO, ti sono molto grato.

Ti ho elencato tutti i malanni di cui 'soffriamo' solo per avere un quadro il più chiaro possibile, ma ora ho compreso bene quello che vuoi dirmi.
Per quanto riguarda il mio stipendio ho una quota retributiva Lorda Mensile di e. 1.727,36 a cui va tolta la quota sindacale di e. 13,00 l'Assicurazione Amm.va di e. 16,00 e sia il Quinto dello Stipendio che la delega che rispettivamente sono di e. 290,00 + 290,00 con Futuro spa.
Diciamo che praticamente in busta paga non passo mai i 950 / 1000 euro puliti ..
Dato che sembra inevitabile il Pignoramento, ho anche intenzione di chiudere il mio CC postale giacchè credo che nel caso, ne verranno chiaramente a conoscenza i tutti i miei colleghi..

Buona idea,anche perchè come ci risulta da tanti casi analoghi,alle Regie Poste e Telegrafi,il livello di preparazione normativa in tema di pignoramenti,è assai limitato ! Infatti appena ricevono un Atto di pignoramento,vanno in tilt e la prima cosa che fanno è bloccare il c/c lasciando il correntista con le spalle al muro e quindi è costretto a diffidare la filiale per farsi sbloccare il tutto !! Dalle notizie che hai fornito,ti anticipo che il rateo max pignoratizio sarà sui 200 euro.

Quindi paraculato oltre che inculato, mentre cosi' facendo il 'prelievo verrebbe fatto alla fonte'..
Ho anche letto il tuo interessante vademecum sullo stesso, quindi in pratica non mi resta che aspettare il giorno in cui il giudice mi convochera' per discutere con l'avvocato di parte avversa del Pignoramento, giusto ?

Non c'è niente da discutere. Togliti dalla testa le udienze che vedi alla Rai (Un giorno in Pretura). Quella è roba penale,qui invece è un suk algerino,dove un Giudice (o f/f onorario) da dietro una scrivania,deve sorreggere l'assalto di decine di avvvocaticchi,praticanti avvocaticchi etc.che gli sottopongono pignoramenti,sfratti,citazioni et similia. Lui guarda le carte e decide volta per volta,concordando con l'avvocaticchio del creditore il rateo da pignorare.

Un ultima cosa, se decidessi di 'rateizzare ' i 5000 che devo ad equitalia in busta paga con un altro prelievo, questo potrebbe essere un freno al Pignoramento ?

No,confermo quanto ti ha detto l'amico LUKE ! Sono due pignoramenti di natura diversa,quindi possono coesistere sulla stessa busta paga sia 1/10 dell'Agenzia delle Entrate che 1/5 dell'altra parrocchia. Se fòssero state (ad esempio)due banche + una finanziaria+ un privato,allora sì che il primo vinceva la coppa e gli altri si attaccavano !


eheh.gif]
LA NOBILTA' DELLO SCHIAVO E' LA RIBELLIONE !

Avatar utente
cagliostro49

Esperti
Messaggi: 24602
Iscritto il: 23 ott 2010, 21:03

Re: Ricorso per Ingiunzione di pagamento

#7 Messaggio da leggere da cagliostro49 » 2 gen 2018, 20:05

Don Cecco ha scritto:
2 gen 2018, 19:55
Ricevuto . Ma pero' non ci dovrebbe essere un limite al pignoramento in stipendio? Se ho 4 debiti mi prosciugano lo stipendio?
Leggi la mia risposta di poco fa,ultimo paragrafo !
LA NOBILTA' DELLO SCHIAVO E' LA RIBELLIONE !

Don Cecco

Nuovo Utente
Messaggi: 8
Iscritto il: 1 gen 2018, 19:35

Re: Ricorso per Ingiunzione di pagamento

#8 Messaggio da leggere da Don Cecco » 2 gen 2018, 22:54

Grazie delle risposte amici, non mi avete fatto felice ma almeno so di che morte dovro' morire..
Credo che non andro' neanche all'udienza, tanto son sicuro che manco m'ascoltera' il giudice, in fondo avvocati o giudici son sempre la stessa pasta..

Don Cecco

Nuovo Utente
Messaggi: 8
Iscritto il: 1 gen 2018, 19:35

Re: Ricorso per Ingiunzione di pagamento

#9 Messaggio da leggere da Don Cecco » 16 gen 2018, 8:51

Scusate se disturbo ancora sull'argomento ma ho qualche ultima domanda che magari potrebbe essere utile ad altri 'condannati'..

- E possibile se la controparte accetta, interrompere l'ingiunzione, in qualche modo a parte ovviamente un ricorso che non ho motivi x chiedere perche' ce' un prestito non pagato?
E' quindi utile a detto scopo, contattare l'avvocato che mi ha fatto l'ingiunzione per conto della Marte srl, per dirle che sono disposto a firmare cambiali per l'importo totale delle spese onde interrompere l'ingiunzione , o non e' possibile ?

- nella trattenuta che il giudice mi porra', sono comprese anche le spese del processo e quelle dell'avvocato, o vanno effettuate separatamente ?

- le spese dell'avvocato della controparte mediamente per un debito di 10000 euro a quanto potrebbero ammontare ?

-Posso contattare il giudice ( non mi presentero' al processo ) con una lettera ove gli presento la mia situazione o e' una procedura non accettata?

Come mi hai consigliato caro CAgliostro ho chiuso il cc/ postale, quindi nel caso sara' la sede stipendi della mia giurisdizione a farmi la trattenuta e non l'ufficio dove avevo il conto, giusto?

GRAZIE DELL'ATTENZIONE A TUTTI Antonio

Avatar utente
cagliostro49

Esperti
Messaggi: 24602
Iscritto il: 23 ott 2010, 21:03

Re: Ricorso per Ingiunzione di pagamento

#10 Messaggio da leggere da cagliostro49 » 16 gen 2018, 13:50

Don Cecco ha scritto:
16 gen 2018, 8:51
Scusate se disturbo ancora sull'argomento ma ho qualche ultima domanda che magari potrebbe essere utile ad altri 'condannati'..

- E possibile se la controparte accetta, interrompere l'ingiunzione, in qualche modo a parte ovviamente un ricorso che non ho motivi x chiedere perche' ce' un prestito non pagato?

La domanda è contorta e poco chiara. Se chiedi di interrompere gli effetti dell'Ingiunzione perchè non ti è chiara la natura del dèbito,la risposta è nossignore. L'Ingiunzione spiega appunto la natura e la somma reclamata dal creditore,e ne ingiunge perciò,il pagamento.

E' quindi utile a detto scopo, contattare l'avvocato che mi ha fatto l'ingiunzione per conto della Marte srl, per dirle che sono disposto a firmare cambiali per l'importo totale delle spese onde interrompere l'ingiunzione , o non e' possibile ?

Questo è un altro discorso,e la risposta è ovviamente sì (a patto che la controparte sia d'accordo ). Non ci sarà nessun Precetto e nessun pignoramento.

- nella trattenuta che il giudice mi porra', sono comprese anche le spese del processo e quelle dell'avvocato, o vanno effettuate separatamente ?

Tutto compreso.

- le spese dell'avvocato della controparte mediamente per un debito di 10000 euro a quanto potrebbero ammontare ?

Almeno 400/500 euro

-Posso contattare il giudice ( non mi presentero' al processo ) con una lettera ove gli presento la mia situazione o e' una procedura non accettata?

Nessuno te lo proibisce,ma al 90% non ne terrà conto perchè ammesso che la tua situazione fosse degna di attenzione (cosa della quale dubito molto),andrebbe documentata di persona in udienza,oppure tramite un intervento legale.

Come mi hai consigliato caro CAgliostro ho chiuso il cc/ postale, quindi nel caso sara' la sede stipendi della mia giurisdizione a farmi la trattenuta e non l'ufficio dove avevo il conto, giusto ?

Hai chiuso il c/c postale ? Hai fatto benissimo. Ma adesso lo stipendio come e dove ti arriva ?
LA NOBILTA' DELLO SCHIAVO E' LA RIBELLIONE !

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite